21**

Torre e Mercatale

Torre viene citato già nel 1427 da dei documenti catastali Fiorentini che, ci confermano l'esistenza di un piccolissimo borgo formato da "21 caselline" all'interno delle mura e 31 al di fuori. Mercatale, invece, prende il nome dall'attività primaria che si svolgeva al suo interno (il mercato, appunto) ed è menzionato a partire dal XII secolo.

Citato in un catasto fiorentino del 1427, in cui si magnificavano le doti del vino prodotto nelle sue vigne, Torre è descritto come un castello che contava "21 caselline" al suo interno e 31 nel borgo. Ancora strutturato come un borgo fortificato dalle forme armoniche e sinuose, tutto attorno all'antico castello e alla chiesetta di San Biagio, si sviluppò, a partire dal XII secolo, un villaggio con diritto di mercato - da cui il nome di Mercatale.
Il paese, di struttura quadrangolare con il pozzo situato al centro della piazza principale, in seguito si dotò di una nuova chiesa, situata più in alto in posizione dominante e dedicata a Santa Reparata.