Sogna

A pochissima distanza da Rapale, l'antichissimo villaggio fortificato di Sogna, oggi abbandonato e riconvertito in centro turistico, si pone di fronte agli occhi. Passeggiando per i sentieri di Sogna, si possono ancora vedere i resti di antiche fortificazioni costruite dagli Ubertini per la difesa della Valdambra. Il borgo - abbandonato e successivamente riconvertito in centro turistico - conserva altresì l'antichissima chiesetta dedicata a San Tommaso.

A circa un chilometro da Rapale, al termine di una stradina che si incunea nei rigogliosi boschi collinari, si trova Sogna: un antichissimo insediamento ad oggi riconvertito in centro turistico.
Tutto intorno al piccolo borgo, i resti di piccole mura ed altre strutture simili ci indicano un passato di borgo fortificato e feudo della famiglia degli Ubertini.
Distrutto nel XV secolo ed abbandonato verso la metà del Novecento, indubbiamente, questo piccolo angolo di Valdambra conserva importanti testimonianze della sua lunga e travagliata vicenda storica.
Nel centro del villaggio è ancora esistente la piccola parrocchiale di San Tommaso e, passeggiando nelle viuzze dell'antico castellare, è possibile ammirare i resti delle sue fortificazioni.